Informazione creata ad arte (e cultura)

Jimi Hendrix: mito assoluto della musica

Il 27 Novembre 1942, nasceva a Seattle il grande musicista che fuse Blues, R&B, Soul, Hard Rock e Psichedelia. Questa opera è in suo ricordo.
Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Jimi Hendrix: mito assoluto della musica

Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Il 27 Novembre 1942, nasceva a Seattle il grande musicista che fuse Blues, R&B, Soul, Hard Rock e Psichedelia. Questa opera è in suo ricordo.

Il 27 Novembre del 1942 a Seattle, nello stato di Washington, U.S.A., nasceva il grande chitarrista e cantautore Jimi Hendrix (nome completo James Marshal Hendrix). Il padre era di origini afro-native (di stirpe Cherokee) e la madre afroamericana. Pur essendo mancino, da ragazzino gli venne regalata una chitarra per destrorsi, ma lui la girò ed imparò lo stesso a suonarla. Iniziò a girovagare tutti gli Stati Uniti facendo parte di una miriade di piccole band di supporto a musicisti Blues, Soul e Rhythm’n’Blues e nel 1963, trasferitosi a New York iniziò a registrare e continuò a suonare per molte band, fino al 1966, quando creò il suo primo gruppo come leader. Iniziò a fare tour anche in Inghilterra e presto si affermò come nuova star innovatrice, affascinando sia la critica che il pubblico ovunque. Oltre ad essere un talentuoso della chitarra elettrica, fu uno tra i più grandi innovatori e precursori della musica Rock, fondendo con un suo stile esclusivo Blues, R&B, Soul, Hard Rock e Psichedelia. Grande personaggio sul palco, al suo esordio al Festival di Monterey, nel 1967, concluse il suo show dando fuoco alla sua chitarra sorprendendo il pubblico allibito e fu il primo a reinterpretare l’inno nazionale americano in modo provocatorio e distorto manifestando il suo aperto dissenso verso la guerra del Vietnam. Morì a Londra nel 1970 soffocato dal suo stesso vomito dopo un letale cocktail di alcool e tranquillanti. La rivista Rolling Stone nel 2011 lo inserì al primo posto nella classifica dei 100 chitarristi più bravi del mondo e considerato il più grande di tutti i tempi. Fu inserito nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1992.

Questa mia opera ad acquarello e grafite, esposta nella mia mostra personale al “Museo della Grafica” di Palazzo Lanfranchi a Pisa, è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 387732
Licenza di distribuzione:
Picture of Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.