Informazione creata ad arte (e cultura)

Jackson Pollock: genio & sregolatezza

Ricordo del grande artista americano protagonista dell'”Action Painting”
Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Jackson Pollock: genio & sregolatezza

Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Ricordo del grande artista americano protagonista dell'”Action Painting”

Il 28 gennaio 1912, a Cody, negli Stati Uniti, nasceva il pittore Jackson Pollock, che fu tra i massimi esponenti della pittura astratta del Novecento. Dopo essere stato espulso dalla Manual Arts High School di Los Angeles per indisciplina, frequentò la Art Students League di New York, ma con scarso interesse. Fu solo dal 1936, dopo aver ricevuto particolari stimoli dalla partecipazione a un seminario sull’uso del colore puro tenuto dal grande pittore muralista messicano David Alfaro Siqueiros, che si tenne a New York, che Pollock iniziò a sperimentare il versamento diretto del colore sulla tela, posta stesa a terra, e l’utilizzo di bastoncini, pennelli induriti e siringhe per la movimentazione gestuale dello stesso, diventando un protagonista di primo piano dell’Action Painting e del Dripping (sgocciolatura). Arrivò al successo tra il 1947 e il 1950, e la rivista Life nel 1949 gli dedicò un articolo con una domanda: “È il più grande pittore vivente degli Stati Uniti?”. Dal 1951, al vertice del successo, lasciò il dripping, usando colori molto scuri fino al nero totale e con elementi figurativi. Alcolizzato fin dalla gioventù, morì in un incidente stradale a 44 anni, nel 1956, a Long Island.

Questa è una mia opera a grafite in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 390990
Licenza di distribuzione:
Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.