Informazione creata ad arte (e cultura)

In attesa delle nuove voci del Premio Vittorio Inzaina a Telti

Selezionati i concorrenti del Festival Canoro “Premio Vittorio Inzaina”, Telti 8-9 settembre Piazza Duomo ore 21,30.
Foto

In attesa delle nuove voci del Premio Vittorio Inzaina a Telti

Foto
Selezionati i concorrenti del Festival Canoro “Premio Vittorio Inzaina”, Telti 8-9 settembre Piazza Duomo ore 21,30.

La commissione ha lavorato sodo per selezionare i partecipanti al 1° concorso canoro “Premio Vittorio Inzaina “. Giovanni Budroni, direttore artistico del concorso, supportato dai membri della giuria, ha selezionato i diciassette concorrenti che nel corso delle serate dell’8 e del 9 settembre prossimo si esibiranno davanti alla giuria tecnica e di qualità è composta da:

Ciro Barbato, direttore artistico di Casa San Remo, pianista e compositore. Direttore d’orchestra in molti spettacoli televisivi in Italia e all’estero, collabora come pianista e docente in orchestrazione e arrangiamento per diverse università italiane e straniere. Realizza progetti discografici di musica leggera per molti giovani artisti, e compone brani originali, colonne sonore e orchestrazioni per spettacoli teatrali e musical. Sarà docente di una Masterclass di alta formazione musicale.

Maria Puca, ufficio stampa di Casa San Remo, esperta di marketing e di comunicazione, il suo giudizio sarà decisivo per valutare la capacità comunicativa dei concorrenti. Sarà docente di una Masterclass dedicata proprio alla comunicazione.

Paolo Masala, delegato di Gianni Ravera per le selezioni di Castrocaro fin dalla prime edizioni, talent scout ,manager dei Collage fin dalla loro nascita. Insegnante di musica e sassofonista di riconoscibile talento.

Giannetto Lapia: per molti anni critico musicale per i due quotidiani sardi. Vocal coach, docente musicale e consulente per diversi concorsi da Castrocaro e Una voce per San Remo.

Giantore Budroni, fratello di Giovanni, musicista sopraffino, con una lunga storia musicale alle spalle, fatta d’incontri eccellenti e d’incisioni che hanno lasciato il segno. Con il fratello Giovanni, ha recentemente depositato in SIAE undici nuovi brani composti e suonati a quattro mani.

Silvio Nappi, musicista, trombettista d’opera.

Giada Inzaina figlia di Vittorio Inzaina.

Assisterà alla due giorni di musica anche l’Avv. Ivano Iai, presidente del conservatorio Luigi Canepa di Sassari e presidente della Conferenza Nazionale dei Presidenti dei Conservatori. Mauro Fiorentino, avrà il delicato ruolo di “notaio”, sarà suo il compito di tirare le somme in base al giudizio espresso dalla giuria e nominare i vincitori del 1° Premio Vittorio Inzaina”.

Ai classificati, oltre alla borsa di studio, sarà offerta la produzione di un Cd e la possibilità di accedere a “Area San Remo”.

Vittorio Inzaina
Si consolida così il legame fra Telti e il Festival di San Remo, grazie al quale si rianimano ricordi indelebili legati alla figura del giovane Vittorio Inzaina.
Con la vittoria di Castrocaro Vittorio partecipò di diritto al 15° Festival della Canzone Italiana che si svolse nel Salone delle Feste del Casinò di Sanremo dal 28 al 30 gennaio 1965, presentato da Mike Bongiorno affiancato da Maria Grazia Spina.
Per la prima volta nella storia del Festival di Sanremo, un cantante sardo partecipò alla più importante manifestazione musicale italiana di tutti i tempi. Nell’edizione vinta da Bobby Solo con “Se piangi, se ridi”, Vittorio Inzaina si classificò secondo a pari merito con altri artisti finalisti, proponendo la canzone ‘Si vedrà”, che vendette oltre mezzo milione di copie. La fortunata partecipazione di Sanremo consacrò l’artista Teltese che bissò il successo con la canzone ‘Ti vedo dopo messa”, uno dei suoi cavalli di battaglia, presentata al Cantagiro, la manifestazione musicale itinerante che iniziò a Bari il 23 giugno per concludersi con la finalissima di Fiuggi il 10 luglio 1965, dopo aver sostato in 17 località tra le quali Mosca, Francoforte e Vienna. Vittorio Inzaina girò per la Sardegna e gran parte dell’Italia con il progetto “Vittorio Inzaina Soul Orchestra” e nel 1972 sigla con la sua voce ‘Welcome to Costa Smeralda/La prima donna”, prodotto dalla Casa Discografica City di cui era consulente musicale.
A un certo punto della sua vita l’artista scelse di tornare a vivere in Sardegna a Telti, nei luoghi in cui era cresciuto e tra la gente che lo aveva sempre sostenuto.

“L’amministrazione comunale già dal suo insediamento sta lavorando per ricordare la figura di Vittorio Inzaina.” ha dichiarato l’assessore Matteo Sanna.

Il Premio è finanziato dalla Regione Sardegna, Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, guidato dall’assessore Andrea Biancareddu, dal Comune di Telti, assessorato turismo, spettacolo e commercio guidato dall’assessore Matteo Sanna, in collaborazione della Pro Loco di Telti, con il patrocinio del Conservatorio Luigi Canepa di Sassari. Alleata preziosa è la famiglia di Vittorio Inzaina, che ha accolto l’appuntamento con grande entusiasmo.



Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Maria Pintore
ID: 382369
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.