Informazione creata ad arte (e cultura)

Eco dell’antichità: il teatro Greco-Romano di Catania

Tra storia e leggende, un viaggio nell’eredità culturale di Catania. Nel centro storico della città, il Complesso Archeologico del Teatro antico e Odeon di Catania occupa un’area di circa 6.400 mq.
Foto

Eco dell’antichità: il teatro Greco-Romano di Catania

Foto
Tra storia e leggende, un viaggio nell’eredità culturale di Catania. Nel centro storico della città, il Complesso Archeologico del Teatro antico e Odeon di Catania occupa un’area di circa 6.400 mq.

Situato nel centro storico di Catania, tra il barocco siciliano e le strutture medievali, si erge lo splendido teatro greco-romano della città. A est, confina con un teatro minore, detto Odeon. L’attuale struttura risale all’età romana e presenta diverse fasi costruttive, la prima delle quali risalente al I secolo d.C.

Il teatro è situato alle pendici meridionali della collina di Montevergine, l’acropoli della città antica, e si trova tra le odierne vie Vittorio Emanuele, Crociferi e Teatro Greco. L’area presenta testimonianze di frequentazione fin dall’età preistorica e conserva tratti dell’edificio teatrale di età greca, verosimilmente collegato al santuario di Demetra e Kore individuato nell’attigua via Crociferi.

Durante la seconda fase, databile al secolo successivo, il teatro assunse proporzioni maggiori e più fastose, grazie alla costruzione di un ingresso monumentale, di una cavea più ampia e di un edificio scenico più articolato e riccamente decorato. Alla stessa fase risale la costruzione dell’attiguo Odeon, utilizzato per gare poetiche e musicali e per le prove degli spettacoli messi in scena nel teatro maggiore.

Ulteriormente modificato e restaurato nel III e IV secolo d.C., nel V e VI secolo, dopo essere stato utilizzato per spettacoli acquatici, il teatro, come l’Odeon, venne abbandonato e progressivamente coperto da edifici. Due abitazioni (Casa Pandolfo – Casa Liberti), preservate dalla demolizione, fungono oggi da Antiquarium ed espongono le testimonianze più significative prodotte dalle indagini archeologiche.

Una atmosfera unica, che Bellini e Verga, come testimoniano nelle loro case-museo a pochi metri di distanza, hanno vissuto e ci ricordano e trasmettono. Su tutto questo, l’Etna, con il suo spettacolo pirotecnico, illumina il cielo antico di Catania.

Storia e Importanza

Il teatro greco-romano di Catania, fin dalla sua origine, ha avuto un ruolo fondamentale nella vita sociale e culturale della città. Nel suo apogeo, era un centro di intrattenimento, di arte e di cultura, dove si svolgevano spettacoli teatrali, gare poetiche e celebrazioni pubbliche, riflettendo l’importanza del teatro nella vita quotidiana dell’antica Catania. Come luogo di incontro per i cittadini, il teatro era anche un importante centro di scambio di idee e di discussioni pubbliche, giocando un ruolo cruciale nella formazione dell’identità culturale e sociale della città.

Aneddoti e Curiosità

Una leggenda narra che nelle cripte segrete del teatro si celassero tesori inimmaginabili, oggetto di numerose ricerche nel corso dei secoli. Inoltre, si dice che alcuni passaggi segreti collegassero il teatro con importanti edifici della città, sebbene non sia mai stata trovata una prova concreta di ciò. La ricca storia e i misteri del teatro continuano a incantare visitatori e studiosi ancora oggi.

INFO
Indirizzo: Via Vittorio Emanuele II, 266, 95124 Catania CT
Telefono: 095 715 0508

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Giancarlo Garoia
ID: 387730
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.