Informazione creata ad arte (e cultura)

Il cinema italiano con Italian Screens torna a Los Angeles

I film dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello per il pubblico americano. Dal 30 novembre al 4 dicembre 2023
courtesy press office
Photo credits: courtesy press office

Il cinema italiano con Italian Screens torna a Los Angeles

courtesy press office
Photo credits: courtesy press office
I film dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello per il pubblico americano. Dal 30 novembre al 4 dicembre 2023

Dal 30 novembre al 4 dicembre 2023 il cinema italiano candidato ai Premi David di Donatello ritorna a Los Angeles con “ITALIAN SCREENS, New Italian Cinema Goes Abroad”, un’iniziativa del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), Cinecittà per la Direzione Generale del Cinema e dell’Audiovisivo del Ministero della Cultura (DGCA-MiC), e l’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello.

Una selezione di titoli italiani, che hanno ottenuto riconoscimenti nelle varie categorie dei Premi David di Donatello, sarà presentata al Laemmle Theatre di Santa Monica e alla USC- University of Southern California, School of Cinematic Arts, nei teatri, Ray Stark Family Theatre e Norris Cinema Theatre della Frank Sinatra Hall. Tutte le proiezioni saranno in lingua originale con sottotitoli in inglese.

I film in programma: Siccità di Paolo Virzì che vede tra gli interpreti Emanuela Fanelli che si è aggiudicata il David di Donatello come Miglior attrice non protagonista, il film ha ottenuto anche il Premio per gli effetti visivi VFX; Ti mangio il Cuore di Pippo Mezzapesa, vincitore del premio Miglior Canzone Originale con “Proiettili” interpretata da Elodie (insieme a Joan Thiele), protagonista della pellicola insieme a Francesco Patané; Settembre di Giulia Louise Steigerwalt che ha ricevuto due David di Donatello, uno per il Miglior Esordio alla Regia e l’altro per la Miglior Attrice Protagonista a Barbara Ronchi; La stranezza di Roberto Andò, con Toni Servillo a cui sono stati assegnati quattro riconoscimenti: Migliore Sceneggiatura Originale, Miglior Produttore, Miglior Scenografia e Migliori Costumi.

La diversificata programmazione, ospitata sia in una sala cinematografica tradizionale sia in due teatri universitari mira a coinvolgere spettatori, appassionati di cinema, studenti universitari, e addetti ai lavori. Un’opportunità unica per presentare il meglio della produzione cinematografica italiana all’estero per far conoscere i nostri autori, le storie del nostro cinema e i talenti che ne fanno parte.

“ITALIAN SCREENS è parte di una strategia di promozione più strutturata del settore cinematografico italiano all’estero, che unisce gli aspetti culturali a quelli commerciali, con l’obiettivo di conquistare nuove quote di mercato nei paesi dove il cinema italiano ha una presenza consolidata e di esplorare e conquistare posizioni in mercati emergenti. Con questa iniziativa, oltre a presentare la nostra produzione più recente, illustriamo agli operatori stranieri tutti i benefici che il nostro paese offre loro per coprodurre, venire a girare da noi o distribuire il nostro cinema nelle sale all’estero” ha dichiarato Roberto Stabile, ideatore e responsabile del progetto.

L’iniziativa è stata creata per promuovere il Fondo Italiano per la Distribuzione Cinematografica, incentivi allo sviluppo e alla produzione, vantaggiosi crediti d’imposta e location straordinarie. Le proiezioni a Los Angeles sono organizzate da IbiscusMedia in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Los Angeles, e sotto l’egida del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Caterina Bertolli
Photo credits: courtesy press office
ID: 387484
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.