Informazione creata ad arte (e cultura)

Il capolavoro di Matilde Serao, Il Ventre di Napoli, ad alta leggibilità per la Mauna Kea Edizioni

Il capolavoro di Matilde Serao, in edizione ad alta leggibilità a grandi caratteri, elevata interlinea e rientri ripetuti. A cura di Fania Pozielli. Una preziosa testimonianza storica su Napoli e sui napoletani. Un’opera che ha la forza della verità e della denuncia, di straordinaria attualità: “Questo ventre di Napoli, se non lo conosce il governo, chi lo deve conoscere? A che sono buoni tutti questi impiegati alti e bassi, questo immenso ingranaggio burocratico che ci costa tanto?”.
Photo credits: Mauna Kea Edizioni

Il capolavoro di Matilde Serao, Il Ventre di Napoli, ad alta leggibilità per la Mauna Kea Edizioni

Photo credits: Mauna Kea Edizioni
Il capolavoro di Matilde Serao, in edizione ad alta leggibilità a grandi caratteri, elevata interlinea e rientri ripetuti. A cura di Fania Pozielli. Una preziosa testimonianza storica su Napoli e sui napoletani. Un’opera che ha la forza della verità e della denuncia, di straordinaria attualità: “Questo ventre di Napoli, se non lo conosce il governo, chi lo deve conoscere? A che sono buoni tutti questi impiegati alti e bassi, questo immenso ingranaggio burocratico che ci costa tanto?”.

Questa opera di Matilde Serao su Napoli, sua città d’adozione, è stata scritta a cavallo tra XIX e XX secolo. L’autrice descrive e delinea, con tono accorato, Napoli e la napoletanità.

Denuncia senza mezzi termini misfatti politici, urbanistici e di disuguaglianza sociale, addolcendo i toni solo per descrivere il carattere dei napoletani, toccando temi quali il lotto, la pietà, le case del popolo, il senso di maternità delle donne di Napoli.

Un reportage modernissimo, che fa riflettere e paragonare l’oggi al passato e suscita molte domande.
L’Autore: Matilde Serao nasce a Patrasso nel 1856, studia e compie i suoi primi passi nel mondo del giornalismo a Napoli.

Lavora per cinque anni come redattrice a Roma per la rivista Capitan Fracassa. Sposa Edoardo Scarfoglio direttore de Il Corriere di Roma. Fondano insieme Il Corriere di Napoli e successivamente Il Mattino.
La sua produzione letteraria è vastissima, le sue opere più famose sono Fantasia, La conquista di Roma, Il romanzo della fanciulla, Il ventre di Napoli e Vita e avventure di Riccardo Joanna.

Concluso il sodalizio pubblico e privato con Scarfoglio, è la prima donna a fondare un quotidiano, Il Giorno. Sposa Giuseppe Natale da cui avrà la figlia Eleonora. Nel 1926 ottiene la candidatura al premio Nobel per la letteratura. Muore a Napoli nel 1927.



Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Giovanni Rossi
ID: 398394
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.