Informazione creata ad arte (e cultura)

FJÄLLRÄVEN trasforma gli avanzi di produzione in capi unici

Presentata una nuova collezione di prodotti Samlaren in edizione limitata.
fonte ufficio stampa Blu Wom
Photo credits: fonte ufficio stampa Blu Wom

FJÄLLRÄVEN trasforma gli avanzi di produzione in capi unici

fonte ufficio stampa Blu Wom
Photo credits: fonte ufficio stampa Blu Wom
Presentata una nuova collezione di prodotti Samlaren in edizione limitata.

Il marchio svedese di abbigliamento e attrezzatura outdoor Fjällräven lancia una nuova collezione di capi e accessori del progetto Samlaren, nato con l’obiettivo di dare nuova vita alle eccedenze di tessuto e combattere lo spreco di risorse.

Per la stagione Primavera-Estate 2023, Fjällräven presenta la nuova collezione del progetto Samlaren, nato con l’obiettivo di dare nuova vita alle eccedenze di tessuto. Tutti i pezzi della nuova capsule collection sono realizzati con materiali di recupero e sfoggiano design di impatto, che riprendono le classiche linee dei prodotti Fjällräven e ne mantengono intatte funzionalità e performance.

I prodotti contrassegnati dall’etichetta Samlaren (che in svedese significa “il raccoglitore”) sono creati utilizzando eccedenze di tessuto provenienti dagli stabilimenti Fjällräven, sapientemente abbinati in edizioni limitate con esclusivi design e accostamenti cromatici.

“I nostri processi di produzione non generano grandi quantità di materiali di scarto, il che è positivo, ed è il motivo per il quale le collezioni Samlaren sono in edizione limitata. Fino a quando non diventeremo così efficienti da poter eliminare del tutto gli avanzi di materiale dai nostri processi, Samlaren resterà un modo stimolante per trasformare gli scarti in qualcosa di prezioso”, Henrik Andersson, Global Creative Director.

Un’eredità di innovazione e sostenibilità

L’idea che sta alla base del progetto Samlaren non rappresenta una novità per Fjällräven. Nel 1964 il fondatore Åke Nordin si era trovato costretto a scartare un rotolo di tessuto rivelatosi poco adatto per sviluppare un nuovo modello di tenda termica. Pochi anni dopo, quello stesso rotolo di tessuto risultò perfetto per realizzare il primo capo di abbigliamento firmato Fjällräven: l’iconica e leggendaria Greenland Jacket. Da allora, questo approccio pragmatico all’utilizzo delle risorse è diventato parte indissolubile del DNA del marchio svedese.

“Ridurre al minimo gli sprechi è una componente cruciale del nostro impegno per la sostenibilità e Samlaren rappresenta un modo efficace e al tempo stesso elegante per farlo. I materiali di avanzo impiegati nella collezione sono già prodotti secondo i nostri severi requisiti di sostenibilità e durata, e questo fa dei prodotti Samlaren, come tutti i prodotti Fjällräven, degli investimenti a lungo termine, destinati a molti anni di utilizzo all’aperto”, Saskia Bloch, Global Sustainability Director.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariella Belloni
Photo credits: fonte ufficio stampa Blu Wom
ID: 377859
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.