Informazione creata ad arte (e cultura)

Filippo Ferrante: da oggi, 21 luglio, in radio il nuovo singolo “Tu dormi”

Da oggi, 21 luglio 2023, è in rotazione radiofonica “Tu dormi”, il nuovo singolo di Filippo Ferrante estratto dall’ep “La formula della trasformazione” disponibile dal 14 aprile.
Foto

Filippo Ferrante: da oggi, 21 luglio, in radio il nuovo singolo “Tu dormi”

Foto
Da oggi, 21 luglio 2023, è in rotazione radiofonica “Tu dormi”, il nuovo singolo di Filippo Ferrante estratto dall’ep “La formula della trasformazione” disponibile dal 14 aprile.

“Tu dormi” è una ballad che un’atmosfera sonora coinvolgente con un ritornello che suona quasi da ninna nanna, con una dinamica in crescendo che dà molto spazio a strumenti come il piano e gli archi nella prima parte e nella seconda parte, invece, diventa più intensa con l’ingresso di batteria, chitarre elettriche e synth.

E’ un brano che racconta l’emancipazione verso l’eta adulta alla scoperta della nostra missione, un inno al percorso di crescita personale, celebrando l’unicità di ognuno e l’importanza di seguire i propri sogni.

La canzone cattura l’essenza di vivere pienamente ogni esperienza cercando di non porsi obiettivi rigidi ma semplicemente di restare connesso a tutto ciò che la vita ci porta, affinchè la vita stessa abbia impatto su di noi, così ci invita a rimanere aperti a tutte le esperienze che la vita ci presenta, permettendo che queste ci influenzino e ci trasformino.

C’è una giovane protagonista, che ha ispirato il brano che si sta introducendo nella vita adulta, affrontando le sfide e mettendo in luce la necessità di seguire i propri sogni e perseguire ciò che ci fa sentire veramente vivi.

Un altro tema importante che emerge nella canzone è l’amore genuino. Mentre la protagonista si addentra nel suo cammino di crescita, scopre anche l’importanza delle relazioni autentiche e profonde. L’amore diventa un filo conduttore che connette le persone e offre sostegno reciproco lungo il percorso.

Si tratta di un amore che non è solo romantico, ma che abbraccia anche l’amore per se stessi, per gli altri e per la vita stessa. È un amore che ci ispira a essere autentici, ad accogliere le nostre emozioni e a connetterci con gli altri in modo significativo.

Commenta l’artista a proposito del brano: “Tu dormi è un’esperienza che ci invita a riflettere sulle tappe del nostro cammino verso la nostra realizzazione più profonda e a riconoscere il grande valore della nostra autenticità.”

Per il videoclip di “Tu dormi” è stata scelta la fomula del lyric video con un’immagine animata che raffigura una ragazza orientale e sullo sfondo il suo villaggio, in una giornata di pioggia. La ragazza è la giovane protagonista ed incarna da un lato l’idea di purezza della sua autenticità intaccata e dall’altro il timore di prendere strade non in linea con la sua vera mission a seguito dell’ingresso nella “società dei doveri e delle responsabilità”.

Nell’animazione compare anche la farfalla, logo dell’EP “La formula della trasformazione” di cui il brano fa parte. Il volo della farfalla è un invito a vivere pienamente, ad abbracciare le emozioni semplici e autentiche che ci donano gioia e significato. Ci ricorda che ognuno di noi ha un potenziale unico da esprimere e che è fondamentale ascoltare la nostra voce interiore per scoprire la nostra vera vocazione ed evolverci.

“La formula della trasformazione” è un ep che vuole ispirare l’ascoltatore a vivere in modo più consapevole, ad apprezzare la bellezza della vita guardando oltre gli ostacoli per trovare nuovi significati e nuovi modi di affrontare le sfide esistenziali apprezzando ciò che di bello già abbiamo. L’EP contiene 6 brani che ci invitano a riflettere sull’importanza dell’amore nella nostra vita come forza capace di sanare ogni conflitto o disagio; dell’accettazione di sé stessi comprese le proprie contraddizioni; della capacità di superare i momenti difficili e di trasformarli in nuova linfa. Le melodie, armoniche e coinvolgenti, creano un’atmosfera di spensieratezza e serenità che permette all’ascoltatore di immergersi in un mood sognante, a tratti malinconico.

I testi dei brani hanno spesso un riferimento alla natura perché come la natura appunto anche noi dobbiamo imparare a cambiare e ad adattarci alle diverse fasi della vita per poter crescere e progredire e dunque come la natura dobbiamo imparare ad evolverci e scoprire quale frutto o quale segno possiamo lasciare in questo mondo.

Biografia
Filippo Ferrante, è un cantautore pugliese, attivo già da diversi anni nel panorama musicale italiano. Proviene da differenti esperienze artistiche legate, tutte, da una grande passione per la musica, dall’espressione di un’identità artistica e vocale unica, e da un sound ibrido tra pop-rock anglo-americano, cantautorato ed indie italiano.

Il suo primo singolo, “Dentro te”, viene trasmesso per più di quattro mesi in alta rotazione da diverse radio ed emittenti video musicali nazionali con la partecipazione al Battiti Live nel 2008.

Nel 2013 Filippo realizza il primo album con la produzione artistica di Diego Calvetti, dal quale viene estratto il singolo “Volerò”.

Nel 2015 escono due nuovi singoli: “Tutto l’amore che ho dentro“ e “Nuovi giochi“. Quest’ultimo raggiunge un ottimo piazzamento nella classifica italiana dei singoli indipendenti più trasmessi e graditi alle radio.

Nel 2016 escono i brani “Un’altra corsa” e “Cosa resterà“, brano che è stato inserito nella top 100 dei singoli più ascoltati dell’estate di quell’anno.

Tra il 2018 e il 2022 pubblica una serie di brani “A testa in giù“, “Come l’inverno e le fragole”, “Il disordine che ti appartiene” con cui ha ottenuto importanti passaggi radiofonici all’estero (in particolare in Repubblica Ceca) e il brano “Mescolerà” con cui ha ottenuto più 50 mila streaming Spotify in pochi mesi e numerosi passaggi radio. Chiude il 2022 con il brano “Orsetti blu” e inizia il 2023 con “L’orizzonte delle mie paure”.



Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Adriana
ID: 381068
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.