Informazione creata ad arte (e cultura)

“Fahrenheit 451 – Aperitivo d’autore”: primo appuntamento della rassegna con Giulio Cavalli e il suo libro “I mangiafemmine”

Appuntamento il 21 giugno, ore 19:00, presso la Lega Navale di Taranto, con il primo appuntamento della rassegna “Fahrenheit 451 – Aperitivo d’autore” con lo scrittore Giulio Cavalli e il suo libro “I mangiafemmine”, Fandango Libri. Dialoga con l’autore Tiziana Magrì. Letture di Barbara Galeandro. Previsto drink + appetizers.
Contaminazioni
Photo credits: Contaminazioni

“Fahrenheit 451 – Aperitivo d’autore”: primo appuntamento della rassegna con Giulio Cavalli e il suo libro “I mangiafemmine”

Contaminazioni
Photo credits: Contaminazioni
Appuntamento il 21 giugno, ore 19:00, presso la Lega Navale di Taranto, con il primo appuntamento della rassegna “Fahrenheit 451 – Aperitivo d’autore” con lo scrittore Giulio Cavalli e il suo libro “I mangiafemmine”, Fandango Libri. Dialoga con l’autore Tiziana Magrì. Letture di Barbara Galeandro. Previsto drink + appetizers.

IL LIBRO

A un passo dalle elezioni, la placida vittoria di Valerio Corti – uomo forte dei Conservatori – è minata da una vera e propria epidemia di donne, di donne ammazzate a casa, dai mariti, dagli amanti, dagli ex fidanzati, donne fatte a pezzi da compagni devoti. Ma il candidato premier non intende occuparsene, perché le donne sono sempre morte, perché le donne per bene, normali, le madri di famiglia, le fidanzate discrete non corrono rischi. Oltre ogni strategia politica però pare che la strada della sua incoronazione a presidente del consiglio sia lastricata di sangue, con l’opinione pubblica che chiede conto e le poche voci delle attiviste che gridano al massacro. Ma c’è davvero un’epidemia di donne? C’è davvero un problema? E che cosa succede quando la politica, un’intera classe politica, uno Stato, il problema non sono in grado di risolverlo? Con I mangiafemmine Giulio Cavalli firma la sua opera più radicale e provocatoria, con lo stile riconoscibile di un narratore raffinato che non ha paura di raccontare un mondo che già c’è. DF è ora più che mai lo specchio oscuro di una società in cui non vorremmo mai guardarci.

L’AUTORE

Giulio Cavalli (Milano, 1977), scrittore e autore teatrale, dal 2007 vive sotto scorta per il suo impegno nella lotta contro le mafie. Collabora con varie testate giornalistiche e ha pubblicato diversi libri d’inchiesta, tra i quali ricordiamo: Nomi, cognomi e infami (2010); L’innocenza di Giulio (2012), Carnaio (2018, Premio Selezione Campiello e finalista Premio Napoli). È stato, inoltre, membro dell’Osservatorio sulla legalità e consigliere regionale in Lombardia.

LA RASSEGNA FAHRENHEIT 451

La rassegna letteraria Fahrenheit 451 – Aperitivo d’autore, prendendo come spunto l’omonimo capolavoro di Ray Bradbury, ha lo scopo di valorizzare e puntare un faro sulla cultura distopica, fantascientifica e d’ambientazione surreale (ma non solo!) e sugli artisti che, in diversi campi dell’arte, indagano la realtà sondandola in profondità e restituendocene un quadro insolito, ma spesso più vero di altri, e facendo emergere le trasformazioni del nostro tempo e le ripercussini in imprecisati futuri.
Alla luce dell’attuale panorama geopolitico internazionale e delle vicende che ci vedono oramai tutti coinvolti, soprattutto in virtù dell’avvento dell’intelligenza artificiale e dell’ipotetico dispotismo derivante da un suo scorretto utilizzo, come Guy Montag vogliamo dare vita alla nostra forma di resistenza pacifica e salvare i libri, la cultura indipendente e le arti intesi come unico baluardo di umanità.

Prossimo appuntamento il 6 luglio con Viola Di Grado.

Organizzazione: Associazione Contaminazioni
Format ideato da Tiziana Magrì

Necessaria la prenotazione tramite Eventbrite con il QR code presente in locandina o seguendo il link:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Dottoressa Rosaria Scialpi, ufficio stampa
Photo credits: Contaminazioni
ID: 399238
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.