Informazione creata ad arte (e cultura)

Il nuovo album di Fabio Zeppetella in quartetto con Dado Moroni, Ares Tavolazzi e Fabrizio Sferra: “Jazz Masters”

Giovedì 30 novembre esce il nuovo disco del grande chitarrista e compositore, prodotto da Jando Music – Via Veneto Jazz. Presentazione live la stessa sera alla Casa del Jazz di Roma.
Foto

Il nuovo album di Fabio Zeppetella in quartetto con Dado Moroni, Ares Tavolazzi e Fabrizio Sferra: “Jazz Masters”

Foto
Giovedì 30 novembre esce il nuovo disco del grande chitarrista e compositore, prodotto da Jando Music – Via Veneto Jazz. Presentazione live la stessa sera alla Casa del Jazz di Roma.

Esce giovedì 30 novembre Jazz Masters, il nuovo album del grande chitarrista e compositore Fabio Zeppetella: un nuovo progetto prodotto da Jando Music – Via Veneto Jazz, che nasce dalla collaborazione con uno dei più importanti pianisti della scena italiana e internazionale: Dado Moroni.

Presentato live la sera del 30 novembre stesso alla Casa del Jazz di Roma, Jazz Masters ha una forte connotazione jazz, con brani originali firmati da Zeppetella che mantengono uno sguardo fisso sul lirismo tipico della sua poetica compositiva e si avvalgono di due ulteriori eccellenti strumentisti, nonché storici punti di riferimento del jazz italiano: il contrabbassista Ares Tavolazzi e il batterista Fabrizio Sferra, che più volte hanno collaborato con Zeppetella, sin dal primo album Moving Lines (1995) registrato insieme a Kenny Wheeler.

Swing e groove sono i fattori dominanti di questo nuovo progetto, dove l’energia che si sprigiona dalla pulsazione ci riporta ai valori e alla forza del jazz tradizionale, e ai maestri a cui è dedicato il disco: tra loro Miles Davis, John Coltrane, Charlie Parker e Thelonious Monk.

Tra i migliori chitarristi e compositori italiani, Fabio Zeppetella si è affermato nella scena jazz nazionale ed europea grazie alla sua tecnica ineccepibile e alla sua sensibilità musicale, con cui ha sviluppato un linguaggio e un suono unico e personale, passando dalla tradizione e dalla musica di maestri come Charlie Christian e Wes Montgomery all’evocazione del be-bop e dell’hard-bop degli anni ’60.

Nel suo fraseggio si scoprono gli aspetti dominanti di un linguaggio mai scontato, a volte virtuoso a volte dolce ma sempre essenziale, dimostrando una particolare attenzione al significato delle singole note e delle “linee in movimento” che da esse vengono prodotte. Le sue caratteristiche dominanti sono costituite dalla freschezza e dalla forza insite nel modo originale di interpretare la musica, e da un particolare lirismo nel quale appare evidente la volontà di ricercare un legame tra poesia e musica. Il suo dinamismo e la sua poliedricità si concretizzano nell’adesione a numerosi progetti musicali che vanno dal jazz puro alle contaminazioni con il funk e l’R&B.

Numerose le collaborazioni con Kenny Wheeler, Lee Konitz, Tom Harrell, Enrico Rava, Paolo Fresu, Aldo Romano, Joey DeFrancesco, Roberto Gatto, Danilo Rea, Steve Grossman, Javier Girotto, Nicola Stilo, Stefano Bollani, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Gegè Telesforo, Stefano Di Battista, Maurizio Giammarco, Gianluca Petrella, Fabrizio Sferra, Ares Tavolazzi, Ramberto Ciammarughi, Heyn Van De Geyn, Emmanuel Bex e molti altri.

 

Ufficio Stampa Jazz Masters
Fiorenza Gherardi De Candei – tel. 328.1743236 – info@fiorenzagherardi.com

Link allo streaming e al pre-save: https://bfan.link/jazz-masters.

I biglietti per il concerto del 30 novembre alla Casa del Jazz sono acquistabili al botteghino e in prevendita su Ticketone al link:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Fiorenza Gherardi De Candei
ID: 387800
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.