Informazione creata ad arte (e cultura)

ERF#StignaniMusica: Peppe Servillo e Ensemble Roma Sinfonietta

Un bel concerto di musica del ‘900 quello che l’Ensemble Roma Sinfonietta diretta da Fabio Maestri presenta lunedì 27 novembre (ore 21.00) al Teatro Ebe Stignani di Imola come secondo appuntamento della stagione concertistica a cura di Emilia Romagna Festival, in cui sarà presentato l’inizio forte, vigoroso e innovativo dei primi decenni stravinskiani e la musica contaminata dalla spinta della musica popolare di fine secolo. In programma due brani del direttore d’orchestra e compositore italiano vivente Marcello Panni, “Dalla terra del rimorso” e le “Tre popsongs”, e il celebre Histoire du soldat di Igor Strawinsky nell’interpretazione di un artista d’eccezione come Peppe Servillo, attore cantante e storico frontman degli Avion Travel.
Foto

ERF#StignaniMusica: Peppe Servillo e Ensemble Roma Sinfonietta

Foto
Un bel concerto di musica del ‘900 quello che l’Ensemble Roma Sinfonietta diretta da Fabio Maestri presenta lunedì 27 novembre (ore 21.00) al Teatro Ebe Stignani di Imola come secondo appuntamento della stagione concertistica a cura di Emilia Romagna Festival, in cui sarà presentato l’inizio forte, vigoroso e innovativo dei primi decenni stravinskiani e la musica contaminata dalla spinta della musica popolare di fine secolo. In programma due brani del direttore d’orchestra e compositore italiano vivente Marcello Panni, “Dalla terra del rimorso” e le “Tre popsongs”, e il celebre Histoire du soldat di Igor Strawinsky nell’interpretazione di un artista d’eccezione come Peppe Servillo, attore cantante e storico frontman degli Avion Travel.

“L’Histoire du Soldat” è un capolavoro teatrale e musicale del Novecento, da una favola russa di Afanasiev,
su testo di Charles Ferdinand Ramuz, che Stravinsky volutamente aveva ideato per essere realizzato con
pochissimi mezzi, per la grave crisi economica provocata dalla Prima Guerra Mondiale. Si tratta di una nuova forma di teatro musicale che con l’Opera, derivata ed evoluta dal Melodramma, non ha più legami, e che definitivamente designa la “musica nuova” del ‘900. La commovente storia del soldato che incontra il diavolo e cede alle sue lusinghe, diventa qui anche un confronto di classe, perché la genialità di Peppe Servillo, che ha curato la riduzione del testo, trasforma la lingua del soldato nel napoletano popolare, lasciando al diavolo l’uso dell’italiano colto.

Mentre Stravinskij rappresenta le spinte innovative di quello che viene definito il Novecento storico, Marcello Panni, con “Dalla terra del rimorso” e le “Tre popsongs”, ne costituisce la parte conclusiva di quel secolo, percorrendo nella sua carriera di compositore la scuola di Goffredo Petrassi, di cui è stato allievo, attraversando con rispetto la scuola di Darmstadt e lavorando poi sulla contaminazione tra musica popolare e musica colta, come aveva già fatto prima di lui Luciano Berio, con le sue celebri Folk Songs.

Cantante, attore, compositore italiano, classe 1960, Peppe Servillo è conosciuto da tempo nel mondo della
musica come cantante degli Avion Travel, gruppo napoletano che, in circa trent’anni di lavoro, ha pubblicato numerosi album conquistando importanti riconoscimenti, tra cui nel 2000 la vittoria del Festival di Sanremo con la canzone Sentimento. Ma Peppe è molto di più: da sempre è un autore musicale (ha scritto per Patty Pravo e Fiorella Mannoia) ma anche un attore cinematografico e teatrale. Nel 2013 ha vinto il premio “Le maschere del teatro italiano” ed il premio “Ubu”, come migliore attore non protagonista per lo spettacolo “Sconcerto”, che lo ha visto recitare insieme al fratello Toni. Al cinema, una grande passione come il teatro che lo accomuna al fratello, si è visto di recente nel corto di Claudio Santamaria “The millionairs” e nel film “Indivisibili” di Edoardo De Angelis con musiche di Enzo Avitabile.

L’Orchestra Roma Sinfonietta è un organismo duttile e dinamico, di organico variabile – dall’ensemble,
all’orchestra da camera, all’orchestra sinfonica – in grado di affrontare composizioni di periodi storici e stili diversi, dal barocco alla musica contemporanea, dal jazz alla musica per il cinema, dal repertorio classico alla lirica. Fin dalla sua costituzione ha iniziato una collaborazione con l’Università di Roma “Tor Vergata” dove svolge attualmente la propria attività concertistica. Ha collaborato con artisti quali Nicola Piovani, Luis Bacalov, Ennio Morricone, Quincey Jones, Roger Waters, Claudio Baglioni, Bruce Springsteen, Michael Nyman, Salvatore Accardo e molti altri. Parte dell’attività di Roma Sinfonietta è dedicata all’interpretazione di colonne sonore, con l’obiettivo di favorire la conoscenza del ricco patrimonio della musica per il cinema italiana, da Nino Rota, a Fiorenzo Carpi, Carlo Crivelli, Nicola Piovani, Luis Bacalov, Paolo Buonvino. Qui sarà diretta dalla rinomata bacchetta di Fabio Maestri, compositore e direttore d’orchestra, allievo di Franco Donatoni e Franco Ferrara, che nella sua carriera ha guidato molte prestigiose stagioni concertistiche e festival in Italia, Paesi Bassi e Francia.

MUSICA A 1 EURO
Parte integrante della stagione invernale al Teatro Stignani di Imola è il progetto Educational “Musica a 1 Euro” a coronamento della stagione ERF#StignaniMusica 2023/24, progetto a cui Emilia Romagna Festival
tiene molto e che tanta partecipazione ha avuto nelle passate stagioni. Rimarrà immutata per tutti i ragazzi
delle scuole imolesi fino a 19 anni la possibilità di accedere a tutti gli spettacoli con un biglietto dal costo
simbolico di 1 euro.

La proposta prevede inoltre incontri – concerto e prove aperte in cui i protagonisti dei concerti serali
incontrano, parlano, spiegano e interagiscono con i ragazzi. Gli incontri si arricchiranno della presenza di
relatori con competenze musicali e didattiche, che stimoleranno gli studenti ad ascoltare, toccare, e vivere
la musica, facilitando anche l’interazione con gli artisti.

L’ottava edizione di ERF#StignaniMusica, è realizzata da Emilia Romagna Festival in collaborazione con il
Comune di Imola e con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna, Fondazione Cassa
di Risparmio di Imola, Turkish Airlines, Banca di Imola, CLAI, Curti Costruzioni Meccaniche, Sfera, SACMI,
Alleanza delle Cooperative, BCC Ravennate, forlivese e imolese, AutoSICA.

PEPPE SERVILLO voce recitante

FABIO MAESTRI direttore

ENSEMBLE ROMA SINFONIETTA
Anna Chulkina violino
Diego Di Paolo contrabbasso
Luca Cipriano clarinetto
Andrea Corsi fagotto
Andrea Di Mario tromba
Luigino Leonardi trombone
Aurelio Scudetti percussioni

PROGRAMMA
MARCELLO PANNI
La terra del rimorso
3 Pop Songs: Taranta indiavolata – Canto d’amore – Pizzica di Cosimino

IGOR STRAVINSKIJ
Histoire du soldat per voce recitante e sette strumenti

CURRICULA ARTISTI

PEPPE SERVILLO – cantante, attore, compositore italiano, classe 1960, dopo una breve ma intensa esperienza di teatro con il fratello Toni, si avvicina alla musica come autodidatta e debutta nel 1980 con gli Avion Travel, di cui è da allora cantante e frontman. Dopo i primi anni trascorsi ad esibirsi in club e locali della Campania, partecipa con gli Avion Travel alle prime rassegne del nuovo rock italiano pubblicando le prime compilation. A metà degli anni ‘80 inizia le tournée all’estero. Autore di canzoni interpretate da cantanti icona della musica italiana, come Fiorella Mannoia e Patty Pravo, scrive anche colonne sonore ed è attore cinematografico e teatrale. Nel 1987 il gruppo vince il Festival di Sanremo Rock grazie al brano “Sorpassando”. Nel tempo si concretizza la collaborazione con Lilli Greco, già produttore di Conte e De Gregori. Nel 1990 viene pubblicato “Bellosguardo”, il primo di tre dischi che porteranno gli Avion all’attenzione della critica e del pubblico nazionali. Nel 1993 l’accordo con la casa discografica Sugar e con Caterina Caselli determina la pubblicazione del disco Opplà, cui fa seguito “Finalmente fiori”. Nel 1995 Peppe Servillo e soci portano in teatro La guerra vista dalla luna, opera musicale in un solo atto con Fabrizio Bentivoglio protagonista. La band nel 1998 partecipa alla quarantottesima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Dormi e sogna”, che si aggiudica il Premio della critica e della Giuria di Qualità, per il miglior arrangiamento e per la miglior musica. Nel 1999 gli Avion Travel realizzano “Cirano”, disco prodotto da Arto Lindsay, e partono per una tournée all’estero. Nel 2000, gli Avion Travel tornano a Sanremo con la canzone “Sentimento”, che arriva al primo posto e conquista il Premio Speciale della Giuria di Qualità. Nel giugno del 2001 viene pubblicata in Francia l’antologia, Selezione 1990-2000; Servillo prende parte come attore al film La felicità non costa niente, per la regia di Mimmo Calopresti, e nel 2004 pubblica, insieme con Natalio Mangalavite e Javier Girotto, il disco amico di Cordoba. Nel 2007 esce l’album degli AvionTravel Danson Metropoli – Canzoni di Paolo Conte vincitore di un disco d’oro. Sempre nello stesso anno viene chiamato come attore da Fabrizio Bentivoglio nel film “Lascia perdere Johnny”. Nel 2010 vengono presentati al Festival di Venezia due film nei quali Peppe è presente in veste d’interprete: “Into paradiso” di Paola Randi e “Passione” di John Turturro. Lo stesso anno collabora come attore in teatro col fratello Toni allo spettacolo “Sconcerto”. Nel 2009 gli Avion Travel pubblicano “L’amico magico”, che vince la Targa Tenco 2010 nella sezione Interpreti, un omaggio alle canzoni delle colonne sonore scritte da Nino Rota. Da marzo 2013 è in tournè teatrale assieme al fratello Toni con la commedia di Eduardo De Filippo “Le voci di dentro” nei principali teatri italiani ed esteri. Dopo un periodo di pausa, il gruppo degli Avion Travel si riunisce nel 2014 in occasione del ReTour. Servillo, dopo aver fatto parte del film dei Manetti Bros “Song’e Napule”, nel 2016 è tra gli attori di Indivisibili, per la regia di Edoardo De Angelis. Sempre nello stesso anno interpreta Peachum nell’Opera da tre soldi al Piccolo Teatro Strehler a Milano con la regia di Damiano Michieletto. Nell’edizione Festival di Sanremo 2018, partecipa alla kermesse canora insieme ad Enzo Avitabile con “Il coraggio di ogni giorno. Esce nel mese di maggio, dopo 15 anni dall’ultimo lavoro, il disco di inediti degli Avion Travel “Privè.

L’ENSEMBLE DELL’ORCHESTRA ROMA SINFONIETTA si costituisce nel 1994 e fin dalla sua costituzione ha iniziato una collaborazione con l’Università di Roma “Tor Vergata” dove svolge attualmente la propria attività concertistica. Ha collaborato con artisti quali Nicola Piovani, Luis Bacalov, Ennio Morricone, Quincey Jones, Roger Waters, Dulce Pontes, Mariella Devia, Claudio Baglioni, Bruce Springsteen, Javier Girotto, Peppe Servillo, Michael Bolton, Michael Nyman, Gianni Ferrio, Tosca, Jeff Mills, Pino Daniele, Elizabeth Norberg-Schulz, Susanna Rigacci, Sara Mingardo, Salvatore Accardo, Mariano Rigillo, Franco Maggio Ormezowsky, Luigi Piovano e con direttori quali Karl Martin, Marcello Rota, Marcello Panni, Bruno Aprea, Alvise Casellati e molti altri. Parte dell’attività di Roma Sinfonietta è dedicata all’interpretazione di colonne sonore, con l’obiettivo di favorire la conoscenza del ricco patrimonio della musica per il cinema, da Nino Rota, a Fiorenzo Carpi, Carlo Crivelli, Nicola Piovani, Luis Bacalov, Paolo Buonvino, Franco Piersanti. Con Ennio Morricone ha collaborato fin dalla sua costituzione ed oltre ad eseguire la sua musica assoluta, ha tenuto concerti nei più grandi e prestigiosi teatri del mondo, tra i quali Barbican Centre e Royal Albert Hall di Londra, Palazzo dei Congressi di Parigi, International Forum di Tokyo, Radio City Hall di New York, Sala delle Assemblee dell’ONU, Teatro Massimo di Palermo, Arena di Verona, Teatro Greco di Taormina, Festival Hall di Osaka, Olympic Gymnasium a Seoul, Cremlino a Mosca.

FABIO MAESTRI compositore e direttore d’orchestra, ha studiato con Franco Donatoni e Franco Ferrara. Ha diretto prestigiose stagioni concertistiche e festival in Italia (Maggio Musicale Fiorentino, Teatro di San Carlo in Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Massimo di Palermo, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Lirico di Cagliari, Festival delle Nazioni in Città di Castello, Ravenna Festival, Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto, Sagra Musicale Umbra), Paesi Bassi (Belcanto Festival Dordrecht) e Francia (Opera di Nizza e Atelier Lirique in Tourcoing). È stato più volte ospite di importanti orchestre quali: Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai Torino, Orchestra Regionale della Toscana, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestre Philharmonique de Nice, Orchestra del Teatro Petruzzelli Bari, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra dei Pomeriggi musicali Milano, Orchestra Regionale del Lazio, Orchestra Sinfonica “Tito Schipa” Lecce. Molto attivo come esecutore di musica contemporanea, ha più volte diretto e partecipato a: Biennale di Venezia, Festival “Musica d’Oggi”, Festival Pontino, Festival di Nuova Consonanza, Festival di Villa Medici (Roma), Accademia Filarmonica Romana (Teatro Olimpico), Rai Nuova Musica (Torino), Play.it! (Firenze). Tra gli autori di cui ha diretto prime assolute si ricordano: Panni, Pennisi, Donatoni, Bortolotti, Brouwer, Manzoni, Galante, Cardi, Ambrosini, Sbordoni, Tutino, Betta, Del Corno, Boccadoro, D’Amico, Dall’Ongaro, Pedini, Vacca, Panfili, Gregoretti, Montalti, Antignani. Le sue composizioni sono state premiate in diversi concorsi, tra cui Opera Prima di Venezia (1981) e Concorso Achantes di Parigi (1983, Presidente Yannis Xenakis). Ha curato numerose revisioni di opere di Pergolesi, Haendel, Padre Martini, Morlacchi, Vaccaj, Haydn. Ha inciso circa 20 CD, dal barocco alla musica contemporanea. Insegna all’Istituto di Studi Musicali “Briccialdi” di Terni.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Giancarlo Garoia
ID: 387285
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.