Informazione creata ad arte (e cultura)

Danilo Quintarelli: Morfogenesi

Dal 15 aprile al 6 maggio 2023, in mostra una video installazione fotografica ed una serie di nuove grandi tele preparate nell’ultimo anno da Danilo Quintarelli: raccontano l’evoluzione del suo processo artistico ed emozionale attraverso la sperimentazione di tecniche che ogni volta mutano impercettibilmente come un unico processo distribuito nel tempo.
ArtSharing Roma
Photo credits: ArtSharing Roma

Danilo Quintarelli: Morfogenesi

ArtSharing Roma
Photo credits: ArtSharing Roma
Dal 15 aprile al 6 maggio 2023, in mostra una video installazione fotografica ed una serie di nuove grandi tele preparate nell’ultimo anno da Danilo Quintarelli: raccontano l’evoluzione del suo processo artistico ed emozionale attraverso la sperimentazione di tecniche che ogni volta mutano impercettibilmente come un unico processo distribuito nel tempo.

“Morfogenesi” perché? Il termine, nato dalla biologia ma usato in molti altri campi, intende il processo che porta alla creazione di una forma attraverso l’aggregazione di un certo numero di elementi.

È esattamente la modalità con la quale nascono i dipinti di Danilo Quintarelli: le opere sembrano svilupparsi da sole, quasi senza l’intervento dell’artista che si rende parte del processo dando l’avvio ad esso con poche azioni misurate e poi ne guida con cautela lo sviluppo, passando moltissimo tempo ad osservare e considerare l’interazione tra elementi e gesto umano.

Infiniti strati di carta, pigmenti, acqua, colla, posti sulla tela con azioni lungamente meditate creano delicati passaggi di piani, sfumature, forme astratte che mirano al legame emotivo con lo spettatore, producendo un turbamento di cui non si comprende l’origine e che ci chiama a partecipare aggiungendo la nostra sensibilità.

Lo scopo è il totale svincolamento dal raziocinio: razionali sono la scelta della dimensione della tela e dei colori, il gesto originario, ma poi tutto trascende in senso kantiano, muovendosi verso la materializzazione di qualcosa che non è possibile verbalizzare.

Tutto nasce dalla fotografia: Danilo Quintarelli si è dedicato a lungo a immortalare le textures che il tempo forma sui vecchi intonaci, sulle superfici, sugli edifici abbandonati, cercando di penetrarne le misteriose atmosfere.

È iniziato così il viaggio artistico di Danilo Quintarelli, che ha volutamente abbandonato la sua formazione scientifica per avventurarsi nella dimensione che la scienza sa solo descrivere, ma non spiegare.

DANILO QUINTARELLI
Di formazione scientifica, si è appassionato di filatelia tanto da farne il proprio lavoro: quelle minuscole immagini disegnate e tutte le storie che esse contengono sono il microcosmo cui si dedica quotidianamente assieme alla pittura. Dopo diverse mostre fotografiche, nel 2020 ha tenuto la sua prima personale di pittura. Scrive di sé: “L’opera è una soglia dove il viaggio dell’artista in qualche modo si unisce con quello del fruitore, le viscere dell’uno si incontrano con quelle dell’altro per dialogare. Con sincerità. In un posto sicuro.”

Danilo Quintarelli, Morfogenesi.
A cura di Penelope Filacchione

ArtSharing Roma, via Giulio Tarra 64 – 00151 Roma
Dal 15 aprile al 6 maggio 2023
Opening: 15 aprile ore 17.00-21.00, con una presentazione della mostra da parte della curatrice alle h.18.00.
Orario: dal martedì al sabato ore 17.00-20.00 Altri orari su appuntamento.

Ingresso libero.

Rome Art Night: Venerdì 21 Aprile ore 19.00-23.00. Ore 21.30 Talk: Dalla fotografia alla pittura andata e ritorno

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Art Sharing Roma
Photo credits: ArtSharing Roma
ID: 375265
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.