Informazione creata ad arte (e cultura)

Corso di TEATRO DI RICERCA e RICERCA SOCIALE

Il Corso è promosso da AREA 77 UILT, nell’ambito del Progetto Teatro di Ricerca e Sperimentale diretto da Ermanno Gioacchini. Sette Webinar, tenuti da autorevoli docenti e professionisti nel campo, per discutere con attori e compagnie di tutte quelle espressioni creative di teatro di ricerca che esplorano, suono, luce, immagine, sino allo “spettatore”, quali elementi privilegiabili, per concorrere alla semantica della narrazione di un soggetto teatrale, oltre quella che possiamo considerare la interpretazione tradizionale dell’attore.
Foto

Corso di TEATRO DI RICERCA e RICERCA SOCIALE

Foto
Il Corso è promosso da AREA 77 UILT, nell’ambito del Progetto Teatro di Ricerca e Sperimentale diretto da Ermanno Gioacchini. Sette Webinar, tenuti da autorevoli docenti e professionisti nel campo, per discutere con attori e compagnie di tutte quelle espressioni creative di teatro di ricerca che esplorano, suono, luce, immagine, sino allo “spettatore”, quali elementi privilegiabili, per concorrere alla semantica della narrazione di un soggetto teatrale, oltre quella che possiamo considerare la interpretazione tradizionale dell’attore.

Se individuiamo nella “narrazione” una specifica funzione della nostra mente, che permette la condivisione di un “immaginario”, se ne scopriamo costantemente sul piano educativo la sua funzione di facilitazione del sapere, possiamo certamente concludere che il Teatro sia per definizione il luogo privilegiato del “rappresentare” l’uomo con l’uomo, quello della creazione immaginifica di realtà “altre” e di convergenza di processi creativi che appartengono anche a diverse forme di arte.

Quanto premesso è per sottolineare che quando si parla di teatro di “ricerca” (e il teatro ha sempre “ricercato”), ci si riferisce ad un teatro che interroga se stesso e che dunque sperimenta linguaggi e forme e processi che possono superare la rigidità di paradigmi teorici-strutturali, ma piuttosto e tendere anche alla definizione di nuove estetiche, permeate dalla nuova cultura. Quanto appena accennato si realizza sia nella ricerca “nel” teatro che nella ricerca “con” il teatro, con le comprensibili fisiologiche contaminazione tra i due aspetti. Un teatro che quindi si fa sperimentare dal pubblico, che non è più solo “spettatore”, sino a coinvolgerlo in porzioni di sociale sul palco, quando è la ricerca ad avere invitato quest’ultimo a raccontarsi.

Michele Cavallo: Teatro e Psicanalisi;
Paolo Manganiello: Teatro e Disabilità;
Scilla Esposito: Teatro e Artiterapie;
Mila Morandi: Teatro–Danza e Socialità Marginali;
Fabio Cavalli: Teatro e Carcere;
Paolo Ascagni: Teckno Teatro e Video Teatro;
Riccardo Brunetti: Il Teatro Immersivo.

Inizio del Corso, con il primo webinar tenuto dallo psicoanalista Michele Cavallo, il 27 febbraio alle h. 21,00.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Ermanno Gioacchini
ID: 392571
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.