Informazione creata ad arte (e cultura)

Cinema e moda: 5 abiti iconici

Nel magico mondo del cinema, l’eleganza e lo stile sono due elementi fondamentali. Non solo aggiungono un non so che alla trama, ma creano icone indimenticabili che rimangono impresse nella memoria collettiva. Negli ultimi decenni, molti film hanno dato vita a capolavori di alta moda che hanno influenzato le generazioni successive. In questo articolo, esploreremo cinque abiti iconici che hanno lasciato un’impronta indelebile, tessendo un legame senza tempo tra il cinema e la moda.
Cinema e moda: 5 abiti iconici

Cinema e moda: 5 abiti iconici

Cinema e moda: 5 abiti iconici
Nel magico mondo del cinema, l’eleganza e lo stile sono due elementi fondamentali. Non solo aggiungono un non so che alla trama, ma creano icone indimenticabili che rimangono impresse nella memoria collettiva. Negli ultimi decenni, molti film hanno dato vita a capolavori di alta moda che hanno influenzato le generazioni successive. In questo articolo, esploreremo cinque abiti iconici che hanno lasciato un’impronta indelebile, tessendo un legame senza tempo tra il cinema e la moda.

Nel magico mondo del cinema, l’eleganza e lo stile sono due elementi fondamentali. Non solo aggiungono un non so che alla trama, ma creano icone indimenticabili che rimangono impresse nella memoria collettiva. Negli ultimi decenni, molti film hanno dato vita a capolavori di alta moda che hanno influenzato le generazioni successive. In questo articolo, esploreremo cinque abiti iconici che hanno lasciato un’impronta indelebile, tessendo un legame senza tempo tra il cinema e la moda.

“Colazione da Tiffany” – Audrey Hepburn e le petite robe noire

Non c’è dubbio che Audrey Hepburn abbia incantato il pubblico con il suo stile senza tempo nel film “Colazione da Tiffany”. L’abito nero, disegnato da Hubert de Givenchy, è diventato un’icona di stile, simbolo di raffinatezza e semplicità. Realizzato con il particolarissimo tessuto gros-grain, il vestito è caratterizzato dalla sua linea pulita e dalla scollatura a barchetta, conferendo un’eleganza intramontabile che continua a ispirare la moda contemporanea. Il tubino nero vede infatti le sue origini in casa Chanel, nel lontano 1926, al fine di sdoganare le donne da un’immagine stereotipata della femminilità, costrette sino ad allora in bustini, corsetti ed inutili orpelli che lei stessa considerava volgari. 

“Gli uomini preferiscono le bionde” – Marilyn Monroe e il suo abito rosa

Nessuna lista di abiti iconici sarebbe completa senza menzionare Marilyn Monroe e il suo leggendario abito rosa shocking, che la diva indossa nella performance leggendaria di Diamonds Are A Girl’s Best Friend nella pellicola di Howard Hawks. L’iconico vestito di raso con un grosso fiocco sulla parte posteriore e un sottile cinturino in vita, entrambi della stessa tonalità del vestito, abbinato magistralmente a guanti della stessa nuance rendono questo outfit indimenticabile. Basta pensare all’ effetto Barbie, dopo l’uscita del film omonimo l’anno scorso, in cui il colore rosa la fa da padrone e alla pellicola basata sulla biografia di Marilyn Monroe, Blonde di Andrew Dominik del 2022 che hanno reso questo capo di abbigliamento uno dei più cercati sul web. 

“La Dolce Vita” – Anita Ekberg e il vestito da sera nero

Forma a sirena, velluto rigorosamente nero e scollo a cuore: questi sono i tre elementi emblematici di uno dei vestiti più famosi del cinema italiano. A firmarlo fu la casa romana Gattinoni e a renderlo indimenticabile è stata l’attrice svedese Anita Ekberg, che lo indossò nel leggendario film di Fellini La Dolce Vita. L’immagine della femminilità e l’eleganza incarnata dall’attrice hanno ispirato numerose case di alta moda, tanto da riproporlo in chiave moderna, come ha fatto la griffe francese Dior nel lontano 2012. 

“Scarface”- Michelle Pfeiffer e la scollatura da femme fatale

Come dimenticarsi del celebre abito da cocktail di raso color petrolio, indossato da una giovane Michelle Pfeiffer, in uno dei capolavori del regista Brian de Palma: Scarface del 1983, con Al Pacino? Questo long dress, caratterizzato da bretelline sottili decorate da cristalli e la profonda scollatura a V, lasciava scoperte spalle e schiena dell’attrice, compresa una delle gambe grazie a un provocante spacco sul fianco, rendendolo così un abito da vera femme fatale. Michelle ha stregato tutti con il suo look in questo film degli anni 80. Il vestito sarebbe perfetto ancora oggi, in un club o perfino su un red carpet, per questo viene considerato un abito ultra moderno e immortale.  

“Come farsi lasciare in 10 giorni”- Kate Hudson e l’eleganza del giallo

Contrariamente agli esempi precedenti, questa pellicola non risulta essere una pietra miliare del cinema. Tuttavia, nell’ultimo periodo il famoso vestito giallo di Kate Hudson sta spopolando sui social come TikTok e Instagram, guadagnando una nuova popolarità. Questo film dei primi anni 2000 ha immortalato la bellezza giovane e frizzante di Kate Hudson, esaltata da questo abito che è stato creato in collaborazione con la stilista Carolina Herrera per essere coordinato con la collana di diamanti che indossa sulla scena del film. Nasce così un vestito senza tempo, classico e pulito. 

Informazioni sulla pubblicazione

Picture of Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.