Informazione creata ad arte (e cultura)

“Carbone. Storia di un’anima errante”, l’affascinante racconto di Alessandro Tognon

Il viaggio interiore di Peter tra dolore e resilienza: un romanzo che esplora l’ombra dell’anima umana e la sua lotta per la luce.

“Carbone. Storia di un’anima errante”, l’affascinante racconto di Alessandro Tognon

Il viaggio interiore di Peter tra dolore e resilienza: un romanzo che esplora l’ombra dell’anima umana e la sua lotta per la luce.
  1. Casa editrice: Il Poligrafo
  2. Collana: Poligrafie – voci, storie, narrazioni
  3. Genere: Narrativa contemporanea
  4. Pagine: 88
  5. Prezzo: 22,00 €

 

Peter, il protagonista del suggestivo romanzo “Carbone. Storia di un’anima errante” di Alessandro Tognon è un uomo che la vita ha spezzato; conosciamo la triste vicenda di cui è stato vittima in uno dei flashback contenuti nell’opera: l’autore ci conduce infatti in periodi diversi dell’esistenza di Peter senza seguire un ordine cronologico ma evidenziando delle fasi cruciali del suo percorso, legate a determinati luoghi. Le ambientazioni, in questo romanzo, sono molto importanti perché fungono da specchio dei suoi tormenti o dei suoi rari momenti di serenità; città come Berlino e Bologna, o paesi come Borgo Valsugana e luoghi come la Val di Sella sono gli interlocutori privilegiati di Peter, il quale viaggia e si stabilisce in diversi posti per un periodo relativo di tempo, come se non potesse mai fermarsi davvero, come se dovesse sempre scappare da qualcosa. E questo qualcosa non è una minaccia esterna ma proviene da dentro di sé: Peter ha subìto uno scioccante trauma da bambino e da quel momento una nube nera è entrata in lui e non gli ha lasciato scampo; ora appare quando meno se lo aspetta e lo tortura, impregnando di oscurità tutto ciò che ha intorno a sé. Il protagonista confida questo suo acuto e bizzarro malessere al coinquilino che ha nella casa berlinese, Francesco, il quale diviene una presenza importante nella sua esistenza – «Gli raccontai dei miei incubi, di quella massa nera che mi travolgeva ogni notte e della necessità di avere sempre dei confini fisici a portata di mano: i muri di quella stanzetta in quel caso erano come una specie di protezione nei confronti della grande massa tetra e scura che intimorendomi soffocava me e le mie notti insonni. Spesso mi trovavo in piedi sopra il letto, con le braccia aperte a toccare le due pareti e il sudore che mi scendeva dalla testa e giù sul collo […] Quella nuvola color fumo che lenta avanzava verso me era il ricordo amaro di quanto mi era successo anni prima e che non sarei mai più riuscito a cancellare dai miei ricordi». Alessandro Tognon ci racconta una vicenda drammatica in cui le esperienze di Peter si intrecciano con episodi della storia italiana che hanno segnato il nostro passato recente; affronta anche tematiche importanti come la depressione e lo stress post traumatico, mostrandoci come un forte dolore possa incidere profondamente sulla psiche di una persona e allo stesso tempo rivelandoci quanto possiamo essere forti e resilienti noi esseri umani.

Contatti

https://www.facebook.com/alessandrotognonscrittore/
https://www.threads.net/@alessandrotognonarchitetto
https://www.poligrafo.it/carbon

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariangela Lisi
Picture of Diffondi Libro

Diffondi Libro

Diffondi Libro (www.diffondilibro.it) è il servizio professionale per diffondere e proporre i tuoi libri a tutti i media italiani