Informazione creata ad arte (e cultura)

Cala D’Ambra Music Festival “Mina ritratta in bianco e nero” – Rita Casiddu 9 settembre ore 19

A San Teodoro ultimo appuntamento con il Cala d’Ambra Music festival, il festival organizzato dall’associazione La Jacia, che in soli due anni è riuscito a ritagliare uno spazio privilegiato nel mondo della musica live.
Foto

Cala D’Ambra Music Festival “Mina ritratta in bianco e nero” – Rita Casiddu 9 settembre ore 19

Foto
A San Teodoro ultimo appuntamento con il Cala d’Ambra Music festival, il festival organizzato dall’associazione La Jacia, che in soli due anni è riuscito a ritagliare uno spazio privilegiato nel mondo della musica live.

Il suo direttore artistico Carlo Sezzi, ha saputo coinvolgere alcuni dei nomi più interessanti della scena internazionale, proponendo concerti e collaborazioni che rappresentano il cuore del festival. Un festival che ha accolto il pubblico, offrendo spazi accoglienti e panorami mozzafiato sul tramonto di Cala D’Ambra.

La recente collaborazione con il San Teodoro Jazz, ha confermato la validità delle scelte e della via intrapresa. Il pubblico che ogni sera ha accolto l’invito del Cala D’Ambra è la conferma che permette alla Jacia di pensare già alla prossima edizione. L’estate 2023 è stata caratterizzata da un calendario ricchissimo con ben 14 concerti live con ingresso gratuito: una vera rarità nel sistema musicale isolano.

L’ultimo concerto dell’edizione 2023 è un vero e proprio tributo alla più grande cantante italiana di tutti i tempi. Mina. A renderle omaggio sarà la splendida voce di Rita Casiddu accompagnata da Simone Sassu al pianoforte, Lorenzo Sabattini al basso e Jacopo Careddu alla batteria.

Rita Casiddu
Cantante, interprete e insegnante con oltre 30 anni di attività musicale, esperienze e collaborazioni. Ha studiato le tecniche di impostazione vocale con Antonella Ruggero, e ha partecipato ai seminari di canto jazz diretti da Paolo Fresu. Come interprete tiene concerti in Italia e in Europa, con un repertorio vastissimo che va dalla canzone d’autore italiana a quella internazionale, prediligendo il cantautorato, il soul e il black degli anni ’70. Ha collaborato con numerosi e importanti artisti del panorama musicale sardo e internazionale, partecipando all’incisione delle colonne sonore dei film dei fratelli Taviani e dei fratelli Vanzina.

Mina
Mina è la più grande voce italiana di sempre. Nell’immaginario collettivo Mina è un patrimonio del quale andare orgogliosi. In lei si ritrovano talento, carattere e tenacia. La decisione di abbandonare la scena pubblica non le ha impedito di incidere capolavori senza tempo, rimanendo in cima alle classifiche ogni volta che pubblica un disco. Mina ha sempre giocato con la propria immagine, stravolgendola sulle copertine dei dischi, che sono anche state oggetto di mostre nei musei italiani.

“Mina ritratta in Bianco e Nero”
Il progetto mette in scena alcune delle più celebri canzoni di Mina, con arrangiamenti che vanno dalle ballad jazz, al fusion, all’acustico e al tango. “Mina ritratta in bianco e nero” è un titolo che descrive appieno le vaste sfaccettature interpretative attinte da grandi compositori come Jobim, Carlo Alberto Rossi, Modugno, Carrillo, Serrat o Tenco. Una ricerca raffinata che si ispira alla vasta produzione della cantante.

Cala D’Ambra Music festival
Il Cala d’Ambra Music Festival anche per questa edizione, ha proposto ospiti provenienti dal Circuito del Blues in Sardegna nato a Porto Ferro e sviluppatosi poi in altri presidi della musica live quali San Teodoro e Porto Pollo.

Appuntamento alla prossima edizione, ancora una volta sulla terrazza vista mare più ambita della costa orientale.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Maria Pintore
ID: 382715
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.