Pisa in Arte

L'arte a Pisa e dintorni

Art View Festival dedicato alle donne nell’arte alla Città del Teatro di Cascina

Da sabato 11 a domenica 19 maggio La Città del Teatro di Cascina (PI) ospiterà ART VIEW 2024: il festival dedicato alle donne che sono riuscite, attraverso la loro forza e creatività, ad emergere nella storia dell’arte a lungo dominata da figure maschili. Nove giorni di incontri, mostre, spettacoli e concerti con artisti, critici, esperti e scrittori internazionali.
Foto

Art View Festival dedicato alle donne nell’arte alla Città del Teatro di Cascina

Foto
Da sabato 11 a domenica 19 maggio La Città del Teatro di Cascina (PI) ospiterà ART VIEW 2024: il festival dedicato alle donne che sono riuscite, attraverso la loro forza e creatività, ad emergere nella storia dell’arte a lungo dominata da figure maschili. Nove giorni di incontri, mostre, spettacoli e concerti con artisti, critici, esperti e scrittori internazionali.

Il festival ART VIEW 2024, organizzato da Fondazione Sipario Toscana con il contributo di Fondazione Pisa, e la partnership di Finestre sull’Arte, nasce in occasione dei trent’anni de La Città del Teatro, uno spazio eccezionale in Italia per storia, dimensione e vocazione.

Un festival di respiro internazionale unico nel suo genere, dedicato alle artiste che con la loro vita e le loro opere hanno trasformato il ruolo delle donne all’interno dell’arte. Da sabato 11 a domenica 19 maggio negli spazi multifunzionali della Città del Teatro, divulgatori, critici, scrittori ed esperti internazionali racconteranno le “Le donne nell’arte” in un viaggio tra letteratura, teatro, musica e fotografia.

Sabato 11 maggio alle 11.45, dopo i saluti istituzionali, sarà Cristina Acidini, già Soprintendente del Polo museale della Città di Firenze, ad inaugurare il festival con la Lectio Magistralis “Le donne nell’arte”. La giornata proseguirà alle 17.30 con il concerto dedicato alla pittrice Carmen McRae “The songs Carmen sang” di Serena Berneschi 5tet e Cocco Cantini, seguirà alle 21.00 l’evento eccezionale “Impressione di donna – Gli anni vibranti della Francia di fine ‘800”, in cui l’attrice Gaia Nanni racconterà le artiste impressioniste attraverso i testi originali di Daniela Morelli ed il suggestivo concerto a lume di candela di Sandro Ivo Bartoli con musiche di Debussy, Ravel e Satie.

Durante il festival sarà dato spazio all’arte in ogni sua declinazione, per questo domenica 12 maggio alle ore 11.00 la street artist di fama internazionale Gio Pistone presenterà pubblicamente il bozzetto del murales che creerà negli spazi della Città del Teatro, opera commissionata dalla Fondazione Sipario Toscana nell’ottica di creare un rapporto sempre più stretto con tutte le forme d’arte. A seguire sarà inaugurata, alla presenza del Presidente Giorgio Van Straten, la mostra “Fotografe dagli Archivi Alinari”, un’esposizione di opere originali di Wanda e Marion Wulz, Edith Arnaldi e Ketty La Rocca, per l’occasione la storica dell’arte Emanuela Sesti terrà una conferenza dedicata alle sorelle Wulz. Alle 17.30 Federico Giannini direttore di Finestre sull’Arte in “La donna che svelò Van Gogh” racconterà la storia di Jo, Johanna Bonger Van Gogh, cognata di Vincent, alla quale si deve la fama del pittore. Alle 21.00 salirà sul palco una grande interprete internazionale di musica popolare : la portoghese Teresa Salgueiro (ex Madredeus) accompagnata per l’occasione da il Solis String Quartet e Rui Lobato per il concerto esclusivo “Canti naviganti”.

Giovedì 16 maggio alle 20.30 il celebre danzatore e coreografo Virgilio Sieni insieme al pianista Andrea Rebaudengo porterà in scena “Solo Goldberg Variations” un progetto sui linguaggi del corpo e della danza in continua relazione con la pittura italiana dal 1300 al 1600.

Venerdì 17 maggio alle 21.00 Caterina Casini sarà in scena con “Woman before a glass” un racconto, scritto da Lanie Robertson, sulla vita della collezionista d’arte, icona del XX secolo: Peggy Guggenheim di cui la tecnica del video – mapping riesce a rivelare l’intimità.

Sabato 18 maggio l’intera giornata sarà dedicata alla pittrice Frida Kahlo: alle 18.00 il gruppo dei Madaus presenterà in concerto l’album Frida e alle 21.00 Karen Lugo e Manfredi Gelmetti, saranno in scena con “Frida Kahlo Bailando a la vida” uno spettacolo in cui il flamenco diventa testimone e salvezza dell’artista, raccontata attraverso la musica e i ricordi di Diego Rivera.

Domenica 19 maggio, la giornata conclusiva del festival sarà focalizzata su Artemisia Gentileschi: alle 17.30 con il reading di Marco Antonio Bazzocchi e Marinella Manicardi dal titolo “Con gli occhi di Artemisia” e alle 18.30 con “Artemisia Gentileschi. Intervista impossibile“ in cui l’attrice Amanda Sandrelli interpreterà la pittrice intervistata dal Prof. Adriano Fabris. Alle 21.00 ultimo appuntamento del festival con “Claroscuro De Artemisia” creazione che intreccia danza contemporanea, musica e teatro per rappresentare la figura di Artemisia Gentileschi. Lo spettacolo ha vinto il premio Santa Isabel de Portugal come miglior spettacolo di danza 2023.

Da venerdì 17 a domenica 19 maggio alle 18.30 la fotografia al femminile sarà protagonista degli incontri letterari “Occhi di donna”, a cura del giornalista e scrittore Roberto Ippolito che parlerà di Letizia Battaglia con Sabrina Pisu, di Francesca Woodman con Isabella Pedicini e di Tina Modotti con Pietro Colussi.

Si parlerà invece di artiste e scienza mercoledì 15 maggio alle 11.00 nella conferenza organizzata in collaborazione con EGO, Osservatorio Gravitazionale Europeo di Cascina e con il sostegno della Fondazione Deloitte: “Un punto preciso verso le stelle: scienziate all’ascolto del cosmo” con Pia Astone dell’Università La Sapienza di Roma e altre scienziate, moderate da Edwige Pezzulli e giovedì 16 maggio alle 18.00 con l’incontro “Filosofia interroga Arte – Drammaturgia sfida IA – scrittura umana o artificiale?” con Vincenzo Ambriola, Adriano Fabris, Daniela Morelli e Giuseppe Prencipe, in collaborazione con L’Università di Pisa.

Per i più piccoli martedì 14 e mercoledì 15 maggio si terrà il laboratorio d’arte gratuito “Una bella città” a cura di Dario Moretti.

Gli incontri, la mostra e le conferenze saranno ad ingresso libero su prenotazione, gli spettacoli (ad esclusione del concerto “Canti naviganti”) avranno un costo di 10€ e sarà possibile acquistare presso il teatro il carnet di 6 spettacoli a 30€.

Il Festival Art View vuole così offrire al pubblico nuove connessioni e filoni tematici, creando sul territorio nuove situazioni di incontro, di riflessione e di divertimento.

Il Festival è realizzato con il contributo di Fondazione Pisa
e il sostegno di Fondazione Deloitte
si Ringraziano Gruppo Forti e Manutencop soc. coop. per il sostegno Art Bonus alla Città del Teatro

INFO
Gli incontri ed i laboratori sono ad ingresso libero su prenotazione obbligatoria al sito www.lacittadelteatro.it

Prevendita in teatro e circuito Ticketone
Biglietti spettacoli 10€
Carnet 6 spettacoli (acquistabile esclusivamente in teatro) 30€

Concerto Teresa Salgueiro biglietto da 23 a 35€ + dp

Info: prenotazioni@lacittadelteatro.it – 050.744400

Durante il festival sarà aperto il bar del teatro. Aperitivi e brunch prenotazione obbligatoria su www.lacittadelteatro.it

Programma completo su:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Roberta Rocco
ID: 395748
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.