Informazione creata ad arte (e cultura)

Art Blakey: maestro della batteria “Be Bop”

Ricordo del grande batterista jazz americano che fondò i “Jazz Messengers” che nasceva l’11 Ottobre del 1919, a Pittsburgh, in Pennsylvania, U.S.A
Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Art Blakey: maestro della batteria “Be Bop”

Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Ricordo del grande batterista jazz americano che fondò i “Jazz Messengers” che nasceva l’11 Ottobre del 1919, a Pittsburgh, in Pennsylvania, U.S.A

L’11 Ottobre del 1919, a Pittsburgh, in Pennsylvania, U.S.A., nasceva il grande batterista Jazz Art Blakey (nome completo Arthur Blakey). Visse un’infanzia difficile in quanto la mamma morì a 5 mesi dalla sua nascita ed il padre scappò presto di casa con un’amante, lasciando ad una cugina materna il compito di allevarlo. Inizialmente imparò a suonare il pianoforte ed a 14 anni era già in grado di dirigere un’orchestra. Passò in seguito alla batteria, che divenne lo strumento che lo rese famoso in tutto il mondo. Nel 1938 si trasferì a New York, suonando insieme alla cantante Mary Lou Williams per poi essere assunto nella band del conosciuto pianista Fletcher Henderson. Il salto qualitativo determinante lo fece tra il 1943 ed il 1947 entrando nell’orchestra “Bop” del cantante Billy Ekstine, dove si ritrovò accanto, tra gli altri, nomi che diverranno veri e propri miti del “Be Bop”, come Charlie Parker, Dizzie Gillespie, Fats Navarro e Sarah Vaughan. Nel 1955, con il pianista Horace Silver fondò i “Jazz Messengers”, band che negli anni a venire fu punto di riferimento per generazioni di musicisti e che ospitò nomi di primissimo rilievo come Wayne Shorter, Kenny Dorham, Donald Byrd, Benny Golson, Thelonious Monk, Chuck Mangione, Keith Jarrett, Johnny Griffin, Freddie Hubbard, Lou Donaldson, Clifford Brown, Terence Blanchard, Bobby Watson, Cedar Walton, Branford Marsalis e Wynton Marsalis. Dopo l’abbandono del pianista Horace Silver, la band assunse il nome di “Art Blakey and The Jazz Messengers”, raggiungendo presto il successo mondiale. Art Blakey, insieme a Kenny Clarke, Max Roach e Buddy Rich, è stato uno degli inventori della tecnica batteristica dello stile “Be Bop”, e viene considerato uno dei batteristi più importanti del Jazz mondiale di ogni epoca. Morì nel 1990 a New York.

Questa mia opera realizzata con la tecnica della “Computer Art” nei primi anni 2000, che fu esposta in mie mostre personali allestite presso il “Lucca Jazz Donna Festival” ed il “Santa’nJazz Festival” di Santa Croce sull’Arno (PI), è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 384769
Licenza di distribuzione:
Picture of Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.