Informazione creata ad arte (e cultura)

Amedeo Modigliani: la sinuosa sintesi della pittura

Opera di Bruno Pollacci in ricordo del grande pittore e scultore livornese che morì il 24 gennaio del 1920.
Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Amedeo Modigliani: la sinuosa sintesi della pittura

Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Opera di Bruno Pollacci in ricordo del grande pittore e scultore livornese che morì il 24 gennaio del 1920.

Il 24 gennaio del 1920, a Parigi, moriva a causa di tubercolosi il grande pittore e scultore Amedeo Modigliani. Nato a Livorno il 12 luglio 1884, era conosciuto anche con i soprannomi di Modì e Dedo. Frequentò la “Scuola Libera del Nudo” di Firenze, fu allievo di Fattori e frequentò anche l’Istituto per le Belle Arti di Venezia, per poi trasferirsi a Parigi, dove visse da “bohémien”. Fu un artista capace di sviluppare un proprio stile originale, con figure affusolate, sintetiche, dalle linee morbide e dai colli allungati. Non fece mai parte dei movimenti artistici dell’epoca, pur essendo amato e considerato con grande rispetto dai suoi famosi colleghi artisti. La Parigi di quegli anni fu una capitale rivoluzionaria e ricca di avanguardie per le Arti e la Cultura. Modigliani fu cagionevole di salute fin da piccolo e morì a soli 35 anni. È considerato uno degli artisti più importanti e prestigiosi, non solo del Novecento.

Questa mia opera realizzata nel 2016 ad acquerello e carboncino è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 390731
Licenza di distribuzione:
Picture of Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.