Informazione creata ad arte (e cultura)

Alla Corte di Sissi: il fiabesco Carnevale Asburgico a Madonna di Campiglio

La storia diventa un’esperienza da vivere e condividere. Dall’11 al 16 febbraio 2024 la località si trasforma in un set, un palcoscenico in cui tutti possono essere attori e immergersi nella storia. Si viaggia nel tempo ammirando il passaggio di carrozze, dame e ussari a cavallo, sciando con dame di compagnia e ufficiali in alta uniforme, gustando i dolci della pasticceria viennese. Il culmine è il ballo in maschera con la Corte Asburgica al gran completo nel Salone Hofer: un ricordo dei soggiorni della Principessa Sissi a Madonna di Campiglio, accolta dalla popolazione in festa.
fonte ufficio stampa DOC-COM
Photo credits: fonte ufficio stampa DOC-COM

Alla Corte di Sissi: il fiabesco Carnevale Asburgico a Madonna di Campiglio

fonte ufficio stampa DOC-COM
Photo credits: fonte ufficio stampa DOC-COM
La storia diventa un’esperienza da vivere e condividere. Dall’11 al 16 febbraio 2024 la località si trasforma in un set, un palcoscenico in cui tutti possono essere attori e immergersi nella storia. Si viaggia nel tempo ammirando il passaggio di carrozze, dame e ussari a cavallo, sciando con dame di compagnia e ufficiali in alta uniforme, gustando i dolci della pasticceria viennese. Il culmine è il ballo in maschera con la Corte Asburgica al gran completo nel Salone Hofer: un ricordo dei soggiorni della Principessa Sissi a Madonna di Campiglio, accolta dalla popolazione in festa.

Per una settimana Madonna di Campiglio si popola di dame in abiti sontuosi e cavalieri dai baffi a manubrio: un quadro vivente e colorato di personaggi che riportano indietro le lancette del tempo. La località trentina torna ad essere meta turistica della corte viennese all’epoca di Elisabetta di Baviera – l’indimenticata Principessa Sissi – e Franz Joseph. L’appuntamento è con il Carnevale Asburgico, dall’11 al 16 febbraio: una grande rievocazione storica collettiva, un rito irrinunciabile per gli abitanti e i turisti. Nel centro cittadino, presso i rifugi e perfino sulle piste da sci prende vita una storia che è entrata nell’immaginario popolare, quella di una principessa che – un secolo prima di Lady Diana – ha saputo conquistare le folle e le cronache mondane.

In una settimana fitta di appuntamenti, sono tre i momenti cardine della manifestazione: innanzitutto il corteo inaugurale, l’11 febbraio: numerosi figuranti in scena, uno sfarzoso corteo di carrozze accolto da due ali di folla. I calessi tirati da pariglie di cavalli aprono la strada alla carrozza imperiale, che trasporta la coppia più attesa: Francesco Giuseppe e la Principessa Sissi, di ritorno a Madonna di Campiglio.

Questa celebrazione è infatti la rievocazione di un fatto storico: nel 1889 Elisabetta di Baviera soggiornò a Madonna di Campiglio, e rimase molto colpita sia dall’accoglienza ricevuta che dai paesaggi da sogno, incorniciati dalle Dolomiti. Convinse il marito a tornare nel 1894: l’arrivo della coppia imperiale fu salutato da 33 colpi a salve sparati dalle batterie di cannone, ma soprattutto da una popolazione in festa. Lo stesso entusiasmo circonda il Carnevale Asburgico, che a distanza di 130 anni esatti, il prossimo febbraio, trasforma in palcoscenico tutta Madonna di Campiglio.

Compreso il comprensorio sciistico: un altro momento clou della festa è la Sciata Asburgica, su prenotazione, un’esperienza unica nel suo genere. Si possono noleggiare costumi d’epoca per scendere con gli sci insieme alla coppia imperiale, alle dame di compagnia, ai membri della corte e ai maestri di sci. Tra ampie gonne, colbacchi e giacche con alamari, le piste si animano di colori e magia. Nei giorni successivi non mancano sfilate colorate, rappresentazioni teatrali e momenti dedicati ai bambini, oltre ad approfondimenti storici.

Ma il momento forse più atteso è il gran finale con il fastoso Gran Ballo dell’Imperatore nello storico Salone Hofer dell’Hotel Des Alpes, lo stesso albergo in cui alloggiarono i reali asburgici. Tra soffitti decorati, in una scenografia degna del celebre film con Romy Schneider, l’orchestra dal vivo suona polke e valzer, le danze ci trasportano nell’800. I corsetti, le divise, i costumi ricreati alla perfezione, seguendo le mode dell’epoca, rendono l’illusione perfetta. Un viaggio nel tempo accompagnato dal Bistrot Asburgico, calici di vino e dolci classici della pasticceria viennese.

PROGRAMMA

Domenica 11 febbraio
Ore 17.30: Arrivo della Corte a Madonna di Campiglio
La Corte Asburgica arriva nel centro di Madonna di Campiglio, per dare il via ai festeggiamenti del Carnevale con musica e balli (in collaborazione con il Filò da la Val Rendena). Speciale sarà l’arrivo della Principessa e dell’Imperatore in carrozza.

Lunedì 12 febbraio
Dalle ore 18.00: “Aperitivo Asburgico”, continuano i festeggiamenti a Madonna di Campiglio in compagnia della principessa Sissi. Un tuffo nel passato con gli aperitivi a tema nei bar e locali.

Martedì 13 febbraio
Carnevale dei bambini, grande festa per tutti i bambini, truccabimbi, balli e zucchero filato presso Piazza Sissi (a cura di Pro loco Madonna di Campiglio).

Mercoledì 14 febbraio
ore 16.00: “Un tè con Sissi”, aneddoti e vicende sulla Principessa. Quattro chiacchiere presso il Salone Hofer, prestigioso salone delle feste degli Asburgo, in compagnia del ricercatore locale Paolo Bisti e di Giordana Luchesa, esperta in costumi d’epoca e membro del Corist (Coordinamento rievocatori storici trentini). A seguire tè con pasticcini in compagnia di Sissi.

Giovedì 15 febbraio
Ore 9.30: “Sciata Asburgica”, la sciata in costume d’epoca insieme alla coppia reale e alla corte, con l’accompagnamento dei maestri di sci.

Venerdì 16 febbraio
Ore 19.00: Gran Ballo dell’imperatore, il tradizionale Ballo in costume d’epoca presso lo storico Salone Hofer, intrattenimento musicale e balli.

Programma completo e dettagli su:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariella Belloni
Photo credits: fonte ufficio stampa DOC-COM
ID: 390126
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.