Informazione creata ad arte (e cultura)

Agenore Fabbri: la materia in fermento

Ricordo del grande scultore toscano
Foto

Agenore Fabbri: la materia in fermento

Foto
Ricordo del grande scultore toscano

Il 20 maggio del 1911, a Barba, una frazione di Quarrata in provincia di Pistoia, nasceva il grande scultore Agenore Fabbri. A 12 anni si iscrisse alla Scuola d’Arti e Mestieri di Pistoia e successivamente frequentò l’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove entrò in contatto con importanti personaggi dell’arte e della letteratura, come Ottone Rosai, Carlo Bo e Mario Luzi. Si trasferì poi ad Albisola, dove lavorò inizialmente come modellatore ceramista. Qui affinò e personalizzò la tecnica della terracotta, aprendo il suo primo atelier.

Successivamente, Fabbri si stabilì a Milano, dove iniziò a ottenere il primo vero successo. Da allora, le sue opere furono esposte in mostre all’estero: in collettive in Cina e in personali negli Stati Uniti, a Londra, Parigi e Stoccolma. Fu invitato varie volte alla Biennale di Venezia e alla Quadriennale di Roma, partecipando alle più importanti rassegne internazionali. Inoltre, tenne mostre personali in musei in Germania.

La sua scultura è caratterizzata da tormento materico, espressività e forti tensioni formali. Morì nel 1998 a Savona.

Questa mia opera realizzata a sanguigna è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
ID: 397910
Licenza di distribuzione:
Picture of Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.