Informazione creata ad arte (e cultura)

La Rocca di Lonato del Garda si trasforma in campo storico in occasione della Rievocazione medievale

“Un salto nel passato. Assedio alla Rocca”: un tuffo all’indietro nel tempo, fino al Medio Evo: domenica 24 marzo a la Rocca di Lonato del Garda (Bs).
Foto

La Rocca di Lonato del Garda si trasforma in campo storico in occasione della Rievocazione medievale

Foto
“Un salto nel passato. Assedio alla Rocca”: un tuffo all’indietro nel tempo, fino al Medio Evo: domenica 24 marzo a la Rocca di Lonato del Garda (Bs).

Un tuffo all’indietro nel tempo, fino al Medio Evo: domenica 24 marzo la Rocca di Lonato del Garda (Bs), fra le più imponenti fortificazioni del Nord Italia da cui si gode un impareggiabile vista sul lago di Garda, sarà presa d’assedio da decine di figuranti in costume della Confraternita del Lupo, che animeranno l’intera giornata (dalle 10.00 alle 19.00) riproponendo il modo di vivere e combattere del XIII secolo attraverso le usanze, le mode, le tecniche di combattimento, gli strumenti bellici e gli strumenti uso comune.

In occasione di “Un salto nel passato. Assedio alla Rocca”, la Rocca visconteo veneta, Monumento Nazionale di straordinaria suggestione, prenderà quindi vita con una serie di coinvolgenti attrazioni e attività per grandi e piccoli. In pieno spirito medievale, alle 10.30 si aprirà il campo storico, ci saranno dimostrazioni di falconeria e danze. Alle 11.30 la prima dichiarazione di guerra e la prima battaglia. Nel pomeriggio si proseguirà con la caccia alle streghe, il battesimo della spada, il torneo equestre e, alle 17.00, il secondo assedio alla Rocca. Gran finale alle 18.30 con l’ultimo, e decisivo, assedio. In programma altre divertenti attività, ad iniziare dai laboratori didattici come il lancio dell’ascia (sia per bambini, sia per adulti), il tiro con l’arco, i giochi da tavolo medievali e molto altro.

Sarà una piacevole giornata all’aria aperta con profumo di storia, durante la quale si potrà anche pranzare nell’area food con vista sul campo storico, scegliendo tra il “Menu del Signore della Rocca” ed il “Menu dei Principi” (prenotazione possibile tramite l’Info Point Lonato: tel. 030 91392226, info@lonatoturismo.it). Oppure gustare panini e bevande alla Taverna del Lupo.

“Un salto nel passato. Assedio alla Rocca” è un evento promosso dall’Amministrazione comunale di Lonato del Garda, nell’ambito dell’Assessorato alla Cultura, Turismo ed Eventi in collaborazione con la Confraternita del Lupo e la Fondazione Ugo da Como.

“La Rocca di Lonato è la punta di diamante della nostra Città, un vero gioiello – commenta l’Assessore alla Cultura, Turismo ed Eventi, Mariangela Musci – In collaborazione con la Confraternita del Lupo, quest’anno abbiamo voluto ricreare atmosfere medievali. Per tutta la giornata saremo immersi in questo periodo storico: potremo cimentarci in attività peculiari del tempo, ammirare stralci di vita quotidiana, provare balli e cibo tipici del periodo. Un’esperienza immersiva e un’avventura unica e straordinaria”.

“Quale cornice migliore della Rocca per lo svolgimento di una rievocazione medievale? – aggiunge il Sindaco Roberto Tardani – Dopo l’edizione dello scorso anno presso il sito archeologico delle Fornaci Romane, quest’anno ci spostiamo tra le mura del castello della nostra Città, luogo di storia e cultura per eccellenza”.

 

La Fondazione Ugo da Como
La Fondazione che ha sede a Lonato del Garda (Brescia) fu voluta dal Senatore bresciano Ugo Da Como (1869-1941). Istituita con Decreto Regio nel 1942 è ancora oggi una Istituzione privata ma totalmente aperta al pubblico. Scopo statutario della Fondazione è quello di “promuovere ed incoraggiare gli studi, stimolandone l’amore nei giovani”. Esplica la sua attività curando la conservazione delle collezioni storiche, librarie, archivistiche e artistiche, oltre che del cospicuo patrimonio architettonico monumentale. Istituisce inoltre borse di studio e di perfezionamento, promuove pubblicazioni inerenti il territorio bresciano e benacense. La Fondazione fa capo ad un eccezionale complesso monumentale che comprende la Casa Museo detta del Podestà e la Rocca visconteo veneta (ambedue Monumento nazionale dal 1912), oltre a un piccolo gruppo di antichi edifici facenti parte del borgo medievale lonatese. La Rocca, che ospita anche il Museo Civico Ornitologico, e la Casa del Podestà sono aperti tutto l’anno ai visitatori. La Biblioteca e gli Archivi sono a disposizione degli studiosi concordando un appuntamento.

https://www.roccadilonato.it/it/fondazione

La Rocca visconteo veneta
Il Castello di Lonato, comunemente denominato Rocca, si erge sulla sommità di uno dei rilievi dell’anfiteatro morenico che domina, da un lato, la parte meridionale del lago di Garda e, dall’altro, il centro storico della cittadina che si estende fino a lambire le prime terre della Pianura Padana. La fortificazione, destinata prettamente ad esigenze di ordine militare e difensivo, si presenta come una delle più imponenti di tutta la Lombardia; la sua pianta irregolare rivela infatti una struttura lunga quasi 180 metri e larga mediamente 45 metri. Due sono i corpi che, a livelli differenti, la compongono: la Rocchetta nella parte più alta e, più in basso, quello che è denominato il Quartiere Principale. Nonostante la dominazione dei Visconti e degli Scaligeri, l’intero complesso, costruito con grossi ciottoli morenici, presenta una merlatura di tipologia guelfa, frutto sicuramente di restauri eseguiti nel corso del tempo.

https://www.roccadilonato.it/it/castello-rocca

La Confraternita del Lupo di Montichiari
La Confraternita del Lupo è un gruppo di appassionati di rievocazione storica medievale. Attraverso le usanze, le mode, le tecniche di combattimento, gli strumenti bellici e gli strumenti di uso comune, ripropongono il modo di vivere del XIII secolo. Un’epoca ricca di invenzioni ed innovazioni della storia dell’uomo, concernente sia gli aspetti della vita civile che di quella militare.

https://www.laconfraternitadel5.wixsite.com/lupo

 

Informazioni

Fondazione Ugo Da Como
Tel. 0309130060 – https://www.lonatoturismo.it

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Marina Tagliaferri
ID: 391682
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.